Camillo - Il blog di Christian Rocca

cose che non resteranno

Che cosa c’è su #IL66

Ci sono, innanzitutto, articoli di Tony Blair, Bill Clinton, Matteo Renzi e Manuel Valls scritti appositamente, e in esclusiva, per IL in occasione del quindicesimo anniversario della Conferenza di Firenze che nel 1999 lanciò la Terza Via, cioè il network di leader progressisti liberali (c'era D'Alema, allora, in quel quarto d'ora in cui gli è convenuto crederci). Leggeteli, spiegano bene il dibattito di questi giorni. Sul tema "sinistra liberale" ci sono anche gli interventi di Matt Browne, del Center for American Progress di Washington, e di Paul Berman.

La Prima Pagina è un lungo Stato della televisione italiana con molti interventi. Articoli di Arnaldo Greco, Guia Soncini, Giampiero Mughini, Francesco Pacifico, Daniele Manusia, Stefania Carini e, per la prima volta, Teresa Ciabatti.

C'è il ritorno di Andrea Minuz, sul Cinema America. Mentre la nuova sezione Yolo è sempre più imperdibile, con le serie tv, i film e la musica del momento. Con un saggio di Alessandro Piperno sulla sindrome Jack Bauer.

Non perdetevi le Rane, ovviamente. E nemmeno la super moda curata da Elisa Furlan. Ah, c'è anche uno speciale orologi disegnato dalla grandissima Maria Corte.

In edicola venerdì 28 novembre con Il Sole 24 Ore

La nuova cover #IL66

In edicola venerdì 28 novembre con Il Sole 24 Ore

25 anni fa c’era un Muro a Berlino

Domenica 9 novembre è il 25esimo anniversario della caduta del Muro di Berlino, costruito nel 1961 dai comunisti per evitare che i tedeschi dell'Est scappassero verso la libertà e la civiltà occidentale. Sono passati invece 27 anni dal pronunciamento del discorso "Mr. Gorbachev, tear down that wall" con cui Ronald Reagan iniziò a smontare quel Muro dell'oppressione totalitaria. Qui la storia di quel discorso.

Pillole di Gommalacca/ Lily and Madeleine

Ad aprile ne avevamo parlato su IL, a proposito del loro primo disco. Lily and Madeleine sono due sorelle di 18 e 16 anni. Ora è uscito il loro secondo album, Fumes, sempre per la casa discografica di Sufjan Stevens, ed è una deliziosa collezione di canzoni semplici, delicate e perfette.

Forever Pischelli

Quando mi hanno segnalato l’articolo di A.O. Scott sul magazine del New York Times, intitolato The death of adulthood in the american culture (la fine dell’età adulta nella cultura americana), non immaginavo che il tema sarebbe finito sulla copertina di IL. Leggendolo però mi sono convinto che si trattava di una delle riflessioni sulla società [...] Continua...

Che cosa c’è su #IL65

La copertina è sulla fine dell'età adulta, con un artwork dell'artista palermitano-newyorchese Francesco Simeti. Partendo da un'importante riflessione di A.O. Scott sul New York Times abbiamo chiesto ad Annalena Benini, Guia Soncini, Francesco Pacifico e Giuliano da Empoli, oltre a Simeti, di raccontare la prima generazione che ha gli stessi consumi culturali dei figli. Come al solito ci sono molte cose su questo numero, e forse su questo più che in ogni altro: la Prima Pagina è sulla fobia e sugli incubi della privacy (Latronico e Pacifico), il Fogliettone sulla follia citazionista degli intellettuali italiani (Vitiello), la moda è come sempre super (Furlan), la sezione culturale Rane ha articoli di Piperno (su Veronesi), di Latrinico (sul nuovo fantastico romanzo di Leo Colombati) di Lattanzi (su Bignardi), di Terranova (sui nuovi scrittori israeliani) e dei soliti brillanti contributors di IL. C'è, ovviamente, la seconda edizione di YOLO, You Only Live Once, la nuova sezione iniziale di IL su serie tv, cinema e musica e altro di cui siamo molto orgogliosi. Qui la cover, qui il teaser. #IL65 sarà in edicola venerdì 24 ottobre in abbinamento obbligatorio con Il Sole 24 Ore e resterà in edicola anche nei giorni successivi (acquistabile sempre in abbinamento obbligatorio con il Sole a 2 euro) IL si trova anche nell'app del Sole, sull'app Store di Apple e su Zinio.

La nuova cover #IL65