Camillo - Il blog di Christian Rocca

Cose che non resteranno

Libertà di coscienza contro il fascismo?!?

Ecco fatto. Il Partito di democratico ha annunciato che lascerà libertà di coscienza ai suoi parlamentari sulla legge "pro Eluana" e alcuni autorevoli dirigenti, come Enrico Letta e Pierluigi Castagnetti, hanno detto che voteranno a favore.
Ma come, non era una violazione della Costituzione e del principio di separazione dei poteri? Non era l’avvento del fascismo, la fine della democrazia e la distruzione dello stato di diritto? E, di fronte a cotanto scempio, lasciamo libertà di coscienza?!?
Ve l’avevo detto che era una stupidaggine che non stava in piedi. Questa è una legge come le altre, si può essere a favore o contro (io sono contro), non fa male a nessuno anche perché è a favore della vita, non della morte.
Se tutta questa vicenda fosse stata davvero un atto eversivo, come sostengono gli esagitati che manifestano per la morte di una ragazza in stato vegetativo, più che lasciare la libertà di coscienza sarebbe stata più adeguata l’entrata in clandestinità per combattere il regime, no? Invece, no: libertà di coscienza (notate come i giornali non mettano la notizia nei titoli).
Bravo Veltroni, at last. Sarà perché ha scoperto che Obama e tutto il partito democratico americano avevano votato a favore della legge ad personam per Terri Schiavo?

ricerca

archivi

testata
periodo
feed rss
 

Christian Rocca – © 2002-2011

Credits: Graphic Design & Web Development to Area Web