Camillo - Il blog di Christian Rocca

Cose che non resteranno

Caressa si crede Messi

Aldo Grasso sul Corriere critica giustamente Fabio Caressa e le sue telecronache invasate. Era bravo, Caressa. E’ diventato inascoltabile (il nuovo Pellegatti, secondo Grasso). Perlomeno si è liberato di Beppe Bergomi, l’uomo delle platitudes. Marchegiani è bravo, invece: il migliore delle "seconde voci". Il peggiore? Massimo Mauro: banalità, in una lingua diversa dall’italiano.
(grazie a Luca M. per il link)

ricerca

archivi

testata
periodo
feed rss
 

Christian Rocca – © 2002-2011

Credits: Graphic Design & Web Development to Area Web