Camillo - Il blog di Christian Rocca

Cose che non resteranno

La Quinta Internazionale

Quelli di Internazionale sono amici del mio amico Luca Sofri. Non ho mai capito per quale motivo, ma anche per questo il mio pregiudizio per l’aggregatore di articoli stranieri di Giovanni De Mauro è sempre stato positivo. Ogni volta però che mi capita di averci a che fare, non ci posso mai credere (e ogni volta, incredulo, scrivo sempre lo stesso post). Tra le cose fatte bene del giornalismo italiano (e sono poche), Internazionale è il male assoluto. Non è il Fatto, non è Repubblica, non è Micromega (con l’ultima scemenza della manifestazione contro il regime "Berlusconi-Marchionne"). E’ molto peggio. Leggete sul Post della loro festa a Ferrara. A parte che c’è mezzo Fatto, mezza Repubblica, mezza Unità e tutto Alexander Stille, mi chiedo se gente come David Remnick o Dana Priest o Luca Sofri sappia dove sta andando.
La metà dei nomi stranieri non li conosco, ma conoscendo l’altra metà mi vengono i brividi e preferisco mantenere l’ignoranza.
Allora. Ne cito solo tre:
- Jean Ziegler, uno dei personaggi più screditati del pianeta, "il Noam Chomsky svizzero", marxista impenitente, noto per aver fondato (e vinto) il "premio Gheddafi per i diritti umani", per considerare Israele uno stato terrorista (chiamatelo pure un Ciarrapico svizzero), per minimizzare il genocidio in Darfur e per definire "presunti" i crimini islamisti del regime sudanese e molte altre atrocità
- Robert Fisk, giornalista preferito di Al Qaeda, propagandista di Bin Laden e dei talebani, spacciatore di balle (Khaled Sheik Mohammed non è stato arrestato, se è stato arrestato vuol dire che non è il numero 3 di Al Qaeda), partigiano della pace preso in giro da tutto il mondo quando, per spiegare quanto fossero bravi i talebani, entrò in Afghanistan ma i talebani lo picchiarono a sangue e quindi scrisse un memorabile articolo per sostenere la tesi che se fosse stato talebano si sarebbe picchiato a sangue lui stesso. Andrew Sullivan lo usa come paradigma delle falsità antioccidentali pubblicate sui giornali di tutto il mondo (in Italia da Internazionale e Unità).
- Tariq Ramadan, figlio e nipote del fondatore e del leader dei Fratelli musulmani su cui mi limitoa segnalare l’ultimo libro di Paul Berman (e molto altro)

ricerca

archivi

testata
periodo
feed rss
 

Christian Rocca – © 2002-2011

Credits: Graphic Design & Web Development to Area Web