Camillo - Il blog di Christian Rocca

Cose che non resteranno

Provaci ancora Dan/ottobre 2010

Ogni sei mesi, Daniele Luttazzi ci riprova. Se ne inventa sempre una nuova. Ma si fa male da solo. Ora la prova principe che lui non copiava sarei diventato io.
Non ci credete? Leggete sul suo blog la risposta al video delle Iene che, con qualche lustro di ritardo, lo ha sbertucciato.
La prova regina, secondo Luttazzi, è che nel 2007 Il Foglio (cioè io) accennò alla caccia al tesoro per i lettori che lui aveva avviato due anni prima. Ho già scritto che ci sono molti dubbi che lui abbia cominciato la caccia al tesoro nel 2005, perché tutti ci ricordiamo che ne abbia fatto cenno soltanto nel 2007, a caso ormai scoppiato, ma non importa. Non importa se abbia retrodatato il post del 2007, come nega lui stesso in una meravigliosa excusatio non petita.
Importa che il Foglio ha cominciato a scrivere che Luttazzi copiava battute americane nel 2001. E lo ha fatto tre volte. E poi ci è tornato nel 2002. Stiamo parlando di 4 (o 6) anni prima della pretesa "caccia al tesoro". Allora, in risposta ai miei articoli, Luttazzi non si era ancora inventato la storia della caccia al tesoro e scriveva su Repubblica frasi di questo tipo: "Infine, tutte le battute di "Satyricon" sono originali. (Se si sostiene il contrario occorre fare degli esempi precisi, altrimenti mi si devono delle scuse)".
Nel 2005 continuai a citare battute copiate, ma a quei tempi Luttazzi diede sei versioni diverse. Le prime cinque erano variazioni sul tema: le battute sono mie. A un certo punto, a Dagospia, Luttazzi scrisse in maiuscolo: "NON C’E’ UNA BATTUTA AMERICANA IDENTICA ALLA MIA". E come no. Nemmeno una. Anzi scriveva che Letterman copiava le sue battute (il post ora è scomparso dal sito di Luttazzi, ma lo si può leggere su un blog dell’Espresso). Solo dopo, alla sesta versione, iniziò a parlare della caccia al tesoro. Quello che ha scritto ora sul suo blog non è vero. Ma, almeno in questo caso, non è copiato.

ricerca

archivi

testata
periodo
feed rss
 

Christian Rocca – © 2002-2011

Credits: Graphic Design & Web Development to Area Web