Camillo - Il blog di Christian Rocca

Cose che non resteranno

A freddo

Fabio Fazio è uno dei pochi, forse l’unico, capace di fare buona televisione in Italia. Vieni via con me è partita molto bene, buona l’idea dei listoni (più Nick Hornby che Madamine), bella la cover gaberiana di Daniele Silvestri eccetera. Poi da programma televisivo si è trasformato in depliant elettorale, in un fatto quotidiano live on television. Benigni a me non fa più ridere dagli anni Ottanta, forse dai tempi di Johnny Stecchino, semmai da Fazio mi ha fatto sorridere che il teorico della "topa" si scandalizzasse per il premier erotomane (beninteso: c’è da scandalizzarsi). Mi è molto dispiaciuto, poi, Roberto Saviano. Mi è diaspiaciuto perché sono un savianista convinto. La sua "orazione civile" però era un temino ginnasiale, da bocciare per i contenuti. L’idea di paragonare chi ha sputtanato Dino Boffo con chi ha ucciso Giovanni Falcone è ridicola. Ridicola è la ricostruzione sulla "macchina del fango", imputata soltanto ai giornali vicini al PresDelCons e senza alcun riferimento al giornale per il quale scrive Saviano. Saviano poi non ha spiegato chi ha delegittimato Falcone, chi gli ha dato di venduto, chi sosteneva si fosse inventato l’attentato dell’Addaura, chi lo ha denunciato al Csm, chi diceva che teneva le prove contro Dc e Psi nei cassetti. Su questo, oggi scrive Filippo Facci. Poi, Sciascia. Roberto, hai detto una serie di stupidaggini. Non hai idea di quello che hai detto. Sciascia aveva ragione. Lo hanno riconosciuto anche quelli che in quei giorni dissero cose orribili su di lui. Lo ha detto anche Leoluca Orlando, il quale peraltro era l’obiettivo primario di quel meraviglioso articolo sul Corriere della Sera. Il riferimento a Borsellino, non era una critica a Borsellino, ma al Csm che aveva violato le sue stesse regole per promuovere un magistrato al posto di un altro. Qui trovate l’articolo di Sciascia.

ricerca

archivi

testata
periodo
feed rss
 

Christian Rocca – © 2002-2011

Credits: Graphic Design & Web Development to Area Web