Camillo - Il blog di Christian Rocca

archivio

Gommalacca/25

Nashville, Tennessee. Bastano queste due parole per raccontare un genere di musica, il country, a denominazione di origine controllata, anche se spesso ingiustamente liquidato come noioso, poco elegante, di rango inferiore. Non è così. Kurt Wagner, malgrado il cognome prepotente, è uno dei musicisti più timidi e riservati della scena underground americana. Cinquantadueenne, è il leader dei Costoletta d’agnello, ovvero dei Lambchop, la più lenta, palloccolosa e sofisticata delle band di soul/country/folk americane. Il suo nuovo disco si intitola Invariable heartache. Il disco in realtà è uscito a nome Kort, un duo con la cantante Cortney Tidwell, nota nell’ambiente country per le sue ballate insolitamente fredde, distaccate, quasi algide.
I due cantanti, molto diversi, nel 2006 avevano collaborato quasi per caso e in quell’occasione avevano deciso di registrare insieme un disco di cover country. Tidwell avrebbe voluto scegliere canzoni famose e riarrangiarle in modo moderno e cool. Wagner non ne era convinto, gli sembrava un progetto banale. Parlando, discutendo e cantando, Tidwell raccontò a Wagner che la sua famiglia ebbe un ruolo importante dietro le quinte di una delle più piccole, ammirate e dimenticate etichette discografiche di Nashville, la Chart Records. A Wagner si accese la lampadina. Eccola, l’idea per un disco figo. Tidwell andò a prendere in soffitta i vecchi ellepì della Chart Records e ascoltandoli è nato Invariable Heartache, una raccolta di antiche, perdute e sconosciute canzoni country, un paio scritte dalla madre di Tidwell, poi calorosamente riarrangiate al modo dei Lambchop.
Il disco fa rinascere il catalogo di questa piccola label che tra gli anni Sessanta e Settanta è stata guidata prima dal nonno e poi dal padre di Cortney Tidwell. Più che un disco di cover, Invariable heartache è un fantastico omaggio alla musica, alla tradizione, al mito di Nashville. La voce piena di Wagner, quella sottile di TIdwell e gli arrangiamenti eleganti sottraggono, tolgono, riducono all’osso la melodia delle canzoni, esaltandone al massimo la bellezza. Una versione minimalista del tradizionale country di Nashville, Tennessee.
Christian Rocca
www.camilloblog.it

ricerca

archivi

testata
periodo
feed rss
 

Christian Rocca – © 2002-2011

Credits: Graphic Design & Web Development to Area Web