Camillo - Il blog di Christian Rocca

Cose che non resteranno

Le, ahem, sei “w” del giornalismo italiano

Nel mondo anglosassone spiegano la regola secondo cui gli articoli giornalistici devono sempre cominciare rispondendo alle cinque "w", what, who, where, when, why.
Nel giornalismo italiano alle 5 w regolamentari se ne aggiunge molto spesso una sesta: la w di weather report, le previsioni del tempo. Ve ne siete mai accorti? Quando il cronista si atteggia a Hemingway comincia sempre con le previsioni del tempo, fin dai tempi irripetibili di "Era una notte buia e tempestosa".
Oggi, per esempio, su un giornale preso a caso:
«Un vento freddo che sicuramente arrivava dal nord" è l’attacco di un articolo sui rifiuti a Napoli;
«Sono le due del pomeriggio e il vento soffia gelido su Dublino» è l’attacco di un articolo da, appunto, Dublino

ricerca

archivi

testata
periodo
feed rss
 

Christian Rocca – © 2002-2011

Credits: Graphic Design & Web Development to Area Web