Camillo - Il blog di Christian Rocca

Cose che non resteranno

Il salto logico di Barbara Spinelli

L’odierno articolo di Barbara Spinelli, a parte le brutalità contro l’America e Obama, ha molto senso, anche se solo per metà. Per l’altra metà è palesemente contraddittorio o omissivo.
Nella metà con molto senso, Spinelli sostiene che Osama Bin Laden era già morto, cioè sconfitto, dalla primavera araba, dalla protesta antidispostica, dal vento antiautoritario che soffia in Medio Oriente e nel mondo arabo-islamico. Vero, verissimo.
Spinelli però non scrive che cosa abbia scatenato questa primavera, questa reazione doppia all’oppressione dei regimi e all’alternativa terrorista di Bin Laden.
Sorvola. Ma sorvola in modo bizzarro, non sorvolando sulla risposta politica, ideologica e militare che Washington, da Bush a Obama, ha dato agli eventi dell’11 settembre 2001. Su questo non sorvola: la guerra globale al terrorismo, la destituzione di due regimi nel cuore del mondo arabo e islamico, le prime costituzioni liberali, l’esercizio continuato del voto più o meno libero, la pratica democratica, l’isolamento di Arafat prima e di Hamas dopo, la fine della difesa americana dello status quo, gli aiuti alle opposizioni, gli aiuti alla società civile, la spinta alle riforme, la retorica democratica – insomma: la decennale Freedom Agenda protetta da centinaia di migliaia di soldati e dai droni, secondo la Spinelli è un male assoluto, paragonabile allo stesso terrorismo di Bin Laden. Soprattutto, secondo Spinelli, tutto questo non ha alcuna relazione diretta o indiretta con le altrimenti incomprensibili rivolte arabe. Signora Spinelli, quella che lei considera una teoria apocalittica al pari di quella assassina di Bin Laden, progettata a Washington dopo gli attentati di Bin Laden del settembre 2001, è esattamente la ragione storica, sociale e politica della morte di Bin Laden ben prima del raid di Abbottabad.

ricerca

archivi

testata
periodo
feed rss
 

Christian Rocca – © 2002-2011

Credits: Graphic Design & Web Development to Area Web