Camillo - Il blog di Christian Rocca

Cose che non resteranno

Inter fuori dalla Champions?

UPDATE. Nella prima versione avevo citato la regola del vecchio regolamento. Ora ho messo quella del regolamento 2011/2012

La regola numero 2.04 dello Statuto della Champions League dice che per essere ammessi alla competizione i club:
«g) it must not have been directly and/or indirectly involved, since the entry into force of Article 50(3) of the UEFA Statutes (2007 edition), i.e. 27 April 2007, in any activity aimed at arranging or influencing the outcome of a match at national or international level and must confirm this to the UEFA administration in writing».

Certo, non c’è l’accertamento giudiziario, ma l’articolo del regolamento non parla di prescrizione, parla di comportamenti: «Le squadre non devono o non devono essere state coinvolte direttamente o indirettamente in nessuna attività volta ad aggiustare o a influenzare il risultato di una partita nazionale o internazionale».

E, soprattutto, dice al punto 2.05
«If, on the basis of all the factual circumstances and information available to UEFA, UEFA concludes to its comfortable satisfaction that a club has been directly and/or indirectly involved, since the entry into force of Article 50(3) of the UEFA Statutes (2007 edition), i.e. 27 April 2007, in any activity aimed at arranging or influencing the outcome of a match at national or international»

La relazione della procura federale dice, a pagina 61, che
«questo Ufficio ritiene che le condotte in parola siano tali da integrare la violazione, oltre che dei principi di cui all’art. 1, comma 1, CGS, anche dell’oggetto protetto dalla norma di cui all’art. 6, comma 1, CGS, in quanto certamente dirette ad assicurare un vantaggio in classifica in favore della società INTERNAZIONALE F.C., mediante il condizionamento del regolare funzionamento del settore arbitrale e la lesione dei principi di alterità, terzietà, imparzialità ed indipendenza, che devono necessariamente connotare la funzione arbitrale».

A pagina 58, invece:
«Inoltre, assume una portata decisiva la circostanza che le conversazioni citate intervengono spesso in prossimità delle gare che dovrà disputare l’INTER e che oggetto delle stesse sono proprio gli arbitri e gli assistenti impegnati con tale squadra».

Alla Uefa, qualcuno lo sa? La Lazio, arrivata quinta in campionato, glielo farà sapere? E l’Udinese, che così si risparmierebbe i preliminari?

ricerca

archivi

testata
periodo
feed rss
 

Christian Rocca – © 2002-2011

Credits: Graphic Design & Web Development to Area Web