Camillo - Il blog di Christian Rocca

Cose che non resteranno

L’illecito sportivo dell’Inter non è prescritto

So benissimo che le leggi sono fatte per essere interpretate dagli azzeccagarbugli, ma in italiano e ripeto: in italiano, all’articolo 25 delle regole della Federcalcio intitolato "Prescrizione" c’è scritto che

«le infrazioni disciplinari si prescrivono al termine…
c) della ottava stagione sportiva successiva a quella in cui è stato commesso l’ultimo atto diretto a realizzarle, qualora si tratti di illecito sportivo o di violazione della normativa antidoping
».

L’illecito sportivo diretto e presuntivo ex art. 6 sarebbe stato commesso nel corso della stagione 2004-2005. Il diritto è interpretabile dagli Azzeccagarbugli, ma l’aritmetica non è un’opinione. L’ottava stagione sportiva successiva al 2004-2005 è quella del 2012-2013. Se non sbaglio, ma chiediamo al prof. Guido Rossi, siamo nel 2011.

Lo scriveranno i giornali che ieri, in prima pagina, omettevano di scrivere che l’Inter è stata accusata di aver violato l’articolo 6, quello sugli illeciti sportivi?

PS
Repubblica riporta il parere di Enrico Lubrano, docente di Diritto dello Sport presso La Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Luiss di Roma. Dice che il reato di illecito sportivo contestato all’Inter non è prescritto

PS 2 Ecco l’azzegarbugliata: Palazzi ha applicato il codice vigente allora, non quello vigente adesso. E la prescrizione, nel vecchio codice, è di 4 anni.

ricerca

archivi

testata
periodo
feed rss
 

Christian Rocca – © 2002-2011

Credits: Graphic Design & Web Development to Area Web