Camillo - Il blog di Christian Rocca

Cose che non resteranno

La costola della Lega

Da quando l’idolo delle folle progressiste Barack Obama è entrato alla Casa Bianca, la sua Amministrazione ha deportato, cioè ha cacciato dagli Stati Uniti, un milione (un milione) di immigrati clandestini attuando una politica sull’immigrazione molto più aggressiva di quella di Bush (il quale era molto pro-immigrazione). I giornali italiani non lo scrivono, nonostante gli editoriali durissimi pubblicati dal New York Times, forse per non macchiare l’immagine del presidente del sol dell’avvenire. Ma da tempo la comunità ispanica è su tutte le furie e tra 14 mesi potrebbe farsi sentire, come è stato scritto qui più volte. Ora Obama ha provato a mettere una pezza, dopo aver agito con l’accetta, e ha finalmente promesso di usare criteri più prudenti per valutare le violazioni in particolare di quei 300 mila casi al vaglio della burocrazia federale. Le elezioni 2012 si avvicinano, il voto ispanico è fondamentale e Rick Perry è (con Marco Rubio) l’avversario più temibile per Obama.

ricerca

archivi

testata
periodo
feed rss
 

Christian Rocca – © 2002-2011

Credits: Graphic Design & Web Development to Area Web