Camillo - Il blog di Christian Rocca

Cose che non resteranno

Wikileaks, Walter, Max e i giornali

A leggere i file della diplomazia americana pubblicati da WikiLeaks nei giorni scorsi si scopre, cosa peraltro evidente a chiunque abbia seguito i rapporti Usa-Italia, che per anni l’Italia è stata il principale e più affidabile alleato europeo continentale degli Stati Uniti. In passato i giornali utilizzando spizzichi e bocconi di altri cable più recenti avevano provato a raccontare una storia diversa, cancellando scientemente ogni riferimento positivo. Ma si sa, Berlusconi cattivo fa notizia, Berlusconi buono no (in realtà le regole del giornalismo senza vongole dicono il contrario, ma lasciamo stare). Ora sono usciti i su Wikileaks i dispacci americani relativi all’era Prodi a Palazzo Chigi. Ci sono molte cose interessanti. Non solo i giudizi sulla magistratura "comunista" e su D’Alema "comunista“ e leader “maximus“, ma soprattutto la lotta intestina tra Veltroni e D’Alema e tra Veltroni e Prodi, assieme agli imbarazzi di Fassino per le posizioni di D’Alema, alle posizioni a uso riservato di D’Alema, alle implorazioni di Prodi, il tutto proiettato fin dentro l’ambasciata di Via Veneto per accreditarsi meglio e individualmente presso gli americani. Non è una notizia questa? A leggere i grandi giornali italiani pare di no.

ricerca

archivi

testata
periodo
feed rss
 

Christian Rocca – © 2002-2011

Credits: Graphic Design & Web Development to Area Web