Camillo - Il blog di Christian Rocca

Cose che non resteranno

Jobs come Marchionne

Forse Nichi Vendola non aveva tutti i torti a ripudiare il manifesto pro Steve Jobs del suo partito. Si scopre ora dalla biografia scritta da Walter Isaacson (cara Mondadori, Isaacson è stato direttore, non caporedattore di Time, forse questa Andrea Cane ve l’avrebbe risparmiata) che Jobs era una specie di Giavazzi americano, tanto da aver detto a Obama di governare in modo più business friendly, pena la mancata rielezione. Isaacson nota che Jobs parlava quasi da conservatore (ma i professori Giavazzi e Alesina potrebbero spiegare che “il liberismo è di sinistra”) e che ce l’aveva in particolare con i potentissimi sindacati della scuola. Bisogna spezzare il loro potere, diceva Jobs, altrimenti non ci sarà mai una riforma scolastica.

ricerca

archivi

testata
periodo
feed rss
 

Christian Rocca – © 2002-2011

Credits: Graphic Design & Web Development to Area Web