Camillo - Il blog di Christian Rocca

Cose che non resteranno

That’s right/173, il trionfo


Torna un grande classico: That’s right. E il motivo è questo:
«Who would have predicted it? Barack Obama has turned out to be so much more adept at implementing George W. Bush’s foreign policy than Bush was, but he is less adept at implementing his own».
Thomas Friedman, sul New York Times di oggi (Quanto a chi l’avrebbe previsto, be’, basta fare una ricerchina su Camillo).
La cosa formidabile è che Friedman sostiene, come avete letto soltanto qui, sul Foglio e sul Sole 24 Ore, che Obama non solo ha attuato la politica estera di Bush e Cheney, ma non è riuscito ad attuare la sua politica che non era di sinistra, ma era di stampo kissengeriano, cioè di vera destra. Il trionfo di That’s right.
In politica estera Obama è giunto a fare la cosa giusta (that’s right, giusta) seguendo il solco tracciato da Bush, malgrado fosse partito con l’idea di condurre una politica estera kissingeriana, decisamente di destra (that’s right, destra).
Con tanti saluti a quelli che non avevano capito nulla.

ricerca

archivi

testata
periodo
feed rss
 

Christian Rocca – © 2002-2011

Credits: Graphic Design & Web Development to Area Web