Camillo - Il blog di Christian Rocca

Cose che non resteranno

Crisi e sistemi istituzionali

C’è una cosa che divide Italia e Grecia da una parte e Stati Uniti, Francia e per certi versi Germania dall’altra: al di là degli elementi strutturali e specifici dei singoli paesi, è molto più difficile mettere ordine nel gran caos della crisi finanziaria, o di qualsiasi altra crisi di questa portata, in quei paesi governati da esecutivi costituzionalmente deboli, come il nostro o il greco. I presidenti americani e francesi, e così anche il Cancelliere tedesco, non rischiano di cadere a causa di un fatto esterno e quindi anche di fronte alla crisi più straordinaria si possono concentrare sulle misure da prendere per affrontare la situazione. Poi magari sbagliano e, nel caso, saranno successivamente puniti dagli elettori. Nei sistemi parlamentari, come il nostro, il primo impatto di una crisi di qualsiasi tipo si abbatte sulla tenuta della maggioranza e, quindi, del governo. Prima ancora che pensare alle cose da fare per il paese, l’esecutivo di un sistema parlamentare come il nostro, o come il greco, si deve preoccupare di sopravvivere e soltanto dopo può filosofare. Con il risultato, spesso, di non riuscirci.

ricerca

archivi

testata
periodo
feed rss
 

Christian Rocca – © 2002-2011

Credits: Graphic Design & Web Development to Area Web