Camillo - Il blog di Christian Rocca

Cose che non resteranno

Cambiamenti (e caos) alla Casa Bianca


Il capo dello staff di Obama, Bill Daley, è stato "degradato" dal compito di seguire la gestione quotidiana del lavoro della Casa Bianca. Le competenze passano a Pete Rouse. Una decisione strana quella di Obama, a dieci mesi dalla nomina di Daley al posto del rimpianto Rahm Emanuel diventato sindaco di Chicago.
Daley (il secondo da destra nella foto) ha commesso molti errori politici e ha mostrato di non avere alcun rapporto con il Congresso (al contrario di Rahm Emanuel). Daley era stato scelto da Obama per i suoi buoni rapporti con i repubblicani e con il mondo del business, anche con ‘idea di intraprendere dopo la sconfitta di midterm una strada centrista, moderata, bipartisan. La scelta di degradare Daley è ulteriormente strana perché di solito i chief of staff si cambiano, non si lasciano al loro posto ma degradati.
Rouse (a destra nella foto), soprannominato «il 101esimo senatore» per la sua grande conoscenza del Senato, è stato chief of staff a interim di Obama tra le dimissioni di Emanuel e l’arrivo di Daley.

ricerca

archivi

testata
periodo
feed rss
 

Christian Rocca – © 2002-2011

Credits: Graphic Design & Web Development to Area Web