Camillo - Il blog di Christian Rocca

Cose che non resteranno

Passeggiate newyorchesi

La mostra di Maurizio Cattelan al Guggenheim non mi è piaciuta. L’unica cosa divertente è il famoso allestimento al centro della rotonda, ma l’effetto svanisce dopo cinque minuti. Le singole opere, appese come salami una accanto all’altra, perdono di significato e alla fine resta la sensazione di una gran confusione e basta.
Straordinario, invece, un film di cui non sapevo niente e che si intitola Margin Call, visto al nuovissimo cinema d’essai (da noi si chiamano così, da loro si chiamano con il nome del milionario privato che lo ha finanziato) del Lincoln Center sulla 65esima. Se ci andate, al Lincoln Center, sopra il cinema c’è anche un nuovo e strepitoso ristorante para-italiano che si chiama Lincoln. Margin Call, dunque, con Kevin Spacey, Jeremy Irons, Paul Bettamy, Stanley Tucci, Demi Moore. Racconta la storia di una banca di investimenti newyorchese che, a settembre 2008, si accorge per caso, ma prima delle altre, che il sistema finanziario sta per andare a quel paese a causa dei mutui subprime. Attori straordinari e racconto senza il ditino alzato alla Oliver Stone contro gli gnomi cattivi di Wall Street. Bello.

ricerca

archivi

testata
periodo
feed rss
 

Christian Rocca – © 2002-2011

Credits: Graphic Design & Web Development to Area Web