Camillo - Il blog di Christian Rocca

Cose che non resteranno

Finirà con Occupy Bocconi?

Con tutte le cautele già espresse, la squadra di Monti mi pare un’ottima squadra, anche se non proprio giovanissima. Continuo a pensare che il voto sarebbe stato, diciamo, più democratico e a quelli che dicono che in queste condizioni non si poteva votare segnalo l’articolo di oggi di Claudio Cerasa che racconta come in tutti i paesi Piigs – Portogallo, Irlanda, Grecia e Spagna, tranne l’italia – la soluzione è stata esattamente il voto. Sono molto felice per Elsa Fornero al welfare e vi consiglio i suoi editoriali di questa estate sul Sole 24 Ore sulle pensioni: passare subito al sistema contributivo per tutti, alzare l’età pensionabile subito, non nel 2023. La Cgil e Fassina rimpiangeranno il socialista Sacconi. Io no.
Ottima scelta, ovviamente, anche quella di Corrado Passera, anche se per fare le cose che avrà in mente di fare servirebbero 15 anni. L’ex rettore del Politecnico Profumo è uno bravo e, tra parentesi, un sostenitore della riforma Gelmini sull’Università. Giulio Terzi è il più filo israeliano dei nostri diplomatici. Gli altri li conosco poco. Noto molti amici del Corriere della Sera e del Sole 24 Ore, niente invece a Repubblica che si era battuta così tanto. Vedremo, ora, il programma. Se le cose andranno bene, come dobbiamo augurarci tutti, questi tecnici faranno le riforme “liberiste” che Berlusconi non ha mai fatto (tranne la riforma del mercato del lavoro). Finirà con la sinistra in piazza a urlare contro il governo dei banchieri e dei baroni universitari e dei cattolici. Occuperanno la Bocconi.

ricerca

archivi

testata
periodo
feed rss
 

Christian Rocca – © 2002-2011

Credits: Graphic Design & Web Development to Area Web