Camillo - Il blog di Christian Rocca

Cose che non resteranno

Finita la guerra voluta da Bush?

Leggo sulla home page di Repubblica che è «finita la guerra voluta da Bush», con l’enfasi su quel cattivone di Bush senza il quale non ci sarebbe stato questo disastro. A Repubblica sfugge però che la guerra in Iraq, certamente voluta da Bush, è stata voluta anche da Hillary Clinton, Joe Biden, John Kerry, John Edwards e dal Partito democratico nella sua quasi totalità presente allora al Congresso. Repubblica non ne scriveva allora, figuriamoci adesso. Era favorevole alla guerra in Iraq pure Bill Clinton, anzi le prove delle armi di distruzione di massa, poi non trovate, erano state raccolte da Clinton (che peraltro aveva già provveduto a bombardare l’Iraq durante la sua presidenza). Era favorevole alla guerra di Bush anche il New York Times e anche il New Yorker e anche New Republic e anche la gran parte del mondo liberal intellettuale e giornalistico d’America. La guerra in Iraq era la guerra voluta anche da Christopher Hitchens, celebrato in morte ieri su Repubblica. Era anche la guerra voluta da Vaclav Havel, celebrato oggi sulla home page di Repubblica come un leader «post comunista». No, non era «post comunista». Havel non era post, era anti comunista. Havel era un nemico dei totalitarismi: dietro la Cortina di Ferro e anche in Iraq.

ricerca

archivi

testata
periodo
feed rss
 

Christian Rocca – © 2002-2011

Credits: Graphic Design & Web Development to Area Web