Camillo - Il blog di Christian Rocca

archivio

Gommalacca/99

In attesa di un nuovo disco di Sufjan Stevens, eroe indie-folk di questa colonna, siamo andati alla ricerca di epigoni del grande e romantico frullatore di suoni del Michigan ora di stanza a Brooklyn.

Ne abbiamo trovati due. Mike Hadreas, nome d’arte Perfume Genius, e Gabriel Levine, leader dei Gabriel & The Hounds. Sono diversi l’uno dall’altro e, in fondo, anche perfettamente distinguibili da Sufjan Stevens.

Perfume Genius è di Seattle e il suo Put Your Back N.2 It è una via di mezzo tra il Sufjan Stevens di Seven Swans e Antony and The Johnsons. Gabriel Levine è nato a Singapore da madre di Bali ma è cresciuto con il padre a Brooklyn e il suo Kiss full of teeth occupa il pericoloso incrocio tra il pop dei Coldplay, la britishness degli Smiths, le marcette dei Beirut, l’orchestralità da camera dei Sigur Ros, l’art rock dei Velvet Underground, l’immancabile richiamo agli spaghetti western e ovviamente la magia di Sufjan Stevens. Sembrerebbe un pasticcio, ma invece il disco funziona e sorprende, anche perché a suonare con Gabriel ci sono proprio Stevens, Jonsi dei Sigur Ros e i musicisti dei Beirut, dei National e dei Clap Your hands say yeah.

Put Your Back N.2 di Perfume Genius è un viaggio personale, morboso e delirante intorno ai comportamenti umani. Perfume Genius racconta con poetica inquieta e ingenua la sua omosessualità, gli abusi subiti dalla madre da parte del nonno, gli istinti suicidi di chi scopre di non essere normale, l’inevitabile dipendenza dalle droghe e anche la tendenza a prostituirsi per riuscire finalmente a essere amati. E poi storie improbabili di uomini che girano film porno per pagare le medicine alla moglie e di violini ripieni di corpi umani ricoperti di seme maschile e poi appesi alla ringhiera assieme al bucato. Non è, insomma, un disco da consigliare ad adolescenti che parlano inglese. La musica però è celestiale.

Kiss full of teeth dei Gabriel & The Hounds è certamente più sereno, ma solo un poco. «Un bacio pieno di denti» non è il massimo della vita, non è per niente passionale, non trasmette amore. Ma resta un bacio e talvolta ci si deve accontentare anche solo di questo.

Christian Rocca

ricerca

archivi

testata
periodo
feed rss
 

Christian Rocca – © 2002-2011

Credits: Graphic Design & Web Development to Area Web