Camillo - Il blog di Christian Rocca

Cose che non resteranno

In Italia c’è il fascismo

Gigi Buffon è il nostro Gaetano Salvemini. I giornali sono vergognosi, e poi si lamentano di non vendere copie e di perdere autorevolezza. Buffon ha criticato il circolo mediatico giudiziario, la vera peste italiana degli ultimi 20 anni, e il giorno dopo una vecchia informativa di una qualche procura è diventato un PDF scaricabile sui siti dei giornali titolati a tutta homepage: "Le scommesse milionarie di Buffon", sottinteso illegali e collegate alle inchieste di questi giorni. E invece non c’entra niente, quella vecchia informativa "riservata" non ha portato ad alcuna indagine nei confronti di Buffon, che non è indagato, è solo una ritorsione della magistratura e della stampa dopo le giuste e doverose accuse di ieri. Una ritorsione. Quell’informativa che fa titolare i giornali, anche quelli in amichevoli rapporti con gli zingari scommettitori clandestini, "Le scommesse milionarie di Buffon" da sottintendere sempre illegali e collegate alle inchieste di questi giorni, dice invece che non si puó escludere a priori che Buffon non scommettesse in ricevitoria, attività al tempo probabilmente consentita e lecita anche per i calciatori (ora non più). Per i giornali quel "non si può escludere a priori" sotto dettatura della casta dei magistrati diventa "scommetteva" naturalmente illegalmente. Io non so se Buffon scommettesse. So che in Italia c’è il fascismo.

ricerca

archivi

testata
periodo
feed rss
 

Christian Rocca – © 2002-2011

Credits: Graphic Design & Web Development to Area Web