Camillo - Il blog di Christian Rocca

Cose che non resteranno

Le prese in giro di Alitalia

Alitalia pubblicizza un comodo Carnet Italia da 12 biglietti a 99 euro ciascuno e a tratta fissa, agganciabili di volta in volta a un volo specifico da prenotare fino a poche ore prima della partenza. Ottimo. Ma è solo chiacchiera, ai limiti dell’offerta ingannevole. Insomma oggi ho provato ad agganciare uno dei biglietti del carnet a un paio di voli di lunedì mattina, pomeriggio e sera ma non è stato possibile. Non che non ci fosse più posto, su quei voli. Chi diavolo volete che ci sia un volo del pomeriggio di lunedì?
Il posto infatti c’è, ma non nella «tariffa di prenotazione del carnet», espressione che nella neolingua Alitalia vuole dire: «T’avemo fregato». Il posto c’è, solo che per averlo dovrei pagare «un’integrazione» da «99 euro», pari cioè al 100 per cento del costo del biglietto del carnet. Ho quindi capito che quell’Italia di "Carnet Italia" non è una limitazione geografica dell’offerta, ma è un aggettivo: una cosa all’italiana. Mi hanno fregato 1300 euro. Non fatevi fregare.

ricerca

archivi

testata
periodo
feed rss
 

Christian Rocca – © 2002-2011

Credits: Graphic Design & Web Development to Area Web