Camillo - Il blog di Christian Rocca

Cose che non resteranno

Egemonia giornalistica di sinistra

Volete sapere che cos’è il liberal bias, il pregiudizio di sinistra della stampa italiana (illiberal, nel nostro caso)? C’è la storia di questo spot di un super pac obamiano che senza tanti giri di parole accusa Mitt Romney di aver ucciso una povera signora e probabilmente con lei molte altre. In America, sia pure con imbarazzo, sta dominando il dibattito politico di questi giorni. È la storia di un uomo licenziato da un’azienda acquistata dalla Bain di Romney e poi chiusa. Il protagonista dello spot obamiano racconta di aver perso il posto di lavoro e l’assicurazione sanitaria, un colpo micidiale soprattutto quando la moglie si è ammalata di cancro e non si è potuto permettere le cure. La moglie è morta dopo 22 giorni. Mitt Romney non si rende conto di che cosa ha fatto e non gliene importa, conclude l’uomo dello spot. Romney assassino non è esattamente il messaggio di speranza e cambiamento dell’Obama conosciuto attraverso i giornali italiani, così per non rovinare l’immagine farlocca e viziata dal pregiudizio i giornali italiani hanno deciso di non occuparsi di questa storia (così come non raccontano, se non trovando incredibili giustificazioni, la mega guerra globale segreta che Obama combatte in tutto il mondo). Ora immaginatevi che cosa sarebbe successo in caso di uno spot conservatore che accusa Obama di assassinio (prima o poi arriverà): editoriali puntuti, analisi preoccupate, pezzi indignati di Rampini per raccontare l’arroganza e la vigliaccheria della destra conservatrice, ignorante e reazionaria e immonda. Invece quando gli amici del Team Obama fanno propaganda per il presidente accusando l’avversario di omicidio si preferisce restare zitti e mosca. Questo è l’illiberal bias italiano.

ricerca

archivi

testata
periodo
feed rss
 

Christian Rocca – © 2002-2011

Credits: Graphic Design & Web Development to Area Web