Camillo - Il blog di Christian Rocca

Cose che non resteranno

Prima Obama, ora il New York Times

A Charlotte, con molto fair play, Obama ha lodato le iniziative anti povertà del suo predecessore George W. Bush, a cui è stato tributato un tiepido ma sincero applauso della convention democratica. Oggi, invece, il New York Times pubblica un articolo del suo Religion editor per ricordare quanto fu importante e decisivo Bush nei giorni successivi all’11 settembre quando ha spiegato all’America che la strage non era una guerra di religione e che la comunità islamica americana non era responsabile dell’atto terroristico che è costato la vita a 3000 persone. Grazie ma questo comportamento da statista, scrive il New York, non ci sono state né reazioni popolari anti arabi né politiche pubbliche anti musulmane (come per esempio i campi di concentramento anti asiatici aperti da Roosevelt dopo Pearl Harbor). Sarà completamente riabilitato, vedrete, e peraltro qualcuno prima o poi dovrà ricordare che il salvataggio del sistema finanziario, e pure delle Big 3 di Detroit, su cui Obama ha costruito la convention e su cui fonda le principali speranze di rielezione, è stato ideato, avviato e finanziato da Bush (e con gli stessi uomini, da Bernanke a Geithner, che hanno continuato con Obama).

ricerca

archivi

testata
periodo
feed rss
 

Christian Rocca – © 2002-2011

Credits: Graphic Design & Web Development to Area Web