Camillo - Il blog di Christian Rocca

Cose che non resteranno

Il massacro in Connecticut

Ieri un ragazzo di 20 anni, pare dopo aver rubato due pistole alla madre e averla uccisa, ha assassinato ventisette persone, tra cui 20 bambini delle elementari. Alla fine Adam Lanza si è ucciso. L’omicida, racconta il fratello, era autistico. Non ci sono parole, come ha giustamente detto Barack Obama. Invece è partito subito il coro sulle leggi permissive che in alcuni stati americani consentono un acquisto facile di armi. Io sono per vietare le armi d’assalto e di guerra, come propongono i democratici, ma questa legge sacrosanta non avrebbe evitato la strage. L’assassino, di cui per ora sappiamo poco, ha usato due pistole “normali”. Neanche una legge più restrittiva contro le armi “normali”, peraltro non richiesta da nessuno (ma probabilmente necessaria), avrebbe fermato l’assassino per il semplice motivo che non ha comprato lui quelle armi, perché secondo la NBC le ha rubate alla madre che le aveva regolarmente acquistate dopo tutti i controlli necessari (gun control) e che poi le ha doverosamente registrate. Pensare che una legge possa impedire questa violenza è un’illusione. Vietare tutte le armi è impossibile e contro la Costituzione. Si cambi la Costituzione, allora. Ma se qualcuno ha visto il dibattito presidenziale Obama-Romney ricorderà che Obama ha detto di essere favorevole al Secondo emendamento (quello del diritto a portare armi) e semmai per una maggiore restrizione delle armi da guerra e di assalto. Armi che, per quanto ne sappiamo, con la strage dei bambini del Connecticut non c’entrano nulla.

ricerca

archivi

testata
periodo
feed rss
 

Christian Rocca – © 2002-2011

Credits: Graphic Design & Web Development to Area Web