Camillo - Il blog di Christian Rocca

Cose che non resteranno

I nomi dei bambini e l’arma da fuoco

Si conoscono i nomi e l’età delle vittime della strage. I venti bambini hanno quasi tutti sei anni, qualcuno cinque, qualcuno sette. Le ultime notizie dicono che l’assassino (pare affetto dalla sindrome di Asperger, ma sono ancora voci e di per sé non vuol dire niente) per uccidere abbia usato una carabina semi automatica Bushmaster, non le due pistole di cui si era parlato ieri. Pare che anche quest’arma da fuoco, una versione “civile” di un’arma progettata per l’esercito, fosse stata comprata e regolarmente registrata dalla madre. In Connecticut ci sono già le leggi restrittive sulle armi che tutti invocano in queste ore, tanto che all’assassino non è stata venduta un’arma che ha provato ad acquistare all’inizio della settimana.

Il problema non è la legge, anche se leggi restrittive come quella del Connecticut aiutano a limitare il rischio, ma capire per quale motivo una signora benestante sentisse il bisogno di possedere tre o quattro armi da fuoco legittimamente acquistate e denunciate.

The children: Charlotte Bacon, Daniel Barden, Olivia Engel, Josephine Gay, Ana Marquez-Greene, Dylan Hockley, Madeleine F. Hsu, Catherine V. Hubbard, Chase Kowalski, Jesse Lewis, James Mattioli, Grace McDonnell, Emilie Parker, Jack Pinto, Noah Pozner, Caroline Previdi, Jessica Rekos, Avielle Richman, Benjamin Wheeler, Allison N. Wyatt

The staff: Rachel Davino, Dawn Hochsprung, Anne Marie Murphy, Lauren Rousseau, Mary Joy Sherlach, Victoria Soto.

ricerca

archivi

testata
periodo
feed rss
 

Christian Rocca – © 2002-2011

Credits: Graphic Design & Web Development to Area Web