Camillo - Il blog di Christian Rocca

Cose che non resteranno

Hagel e Brennan, classico Obama

Obama ha scelto Chuck Hagel per il Pentagono e, pare, John Brennan per dirigere la Cia. Una doppia scelta molto obamiana: al Pentagono un ex senatore repubblicano odiato dai repubblicani per le sue posizioni su Iraq, Israele e politica estera e alla Cia l’ex numero 2 di George Tenet negli anni di Bush la cui nomina i democratici riuscirono a bloccare preventivamente quattro anni fa perché troppo coinvolto nelle scelte dell’Agenzia post 11 settembre (Brennan poi ha fatto, bene, il consigliere antiterrorismo alla Casa Bianca). Sono entrambi amici del presidente, molto fidati.

La battaglia per la conferma della nomina al Senato sarà su Hagel, perché i repubblicani non lo amano. Hagel è un conservatore d’antan, uno dei pochi politici di scuola realista kissingeriana rimasti nel Gop dopo l’11 settembre. Non ama Israele, diciamo. Eroe del Vietnam, senatore del Nebraska, al Senato si è occupato molto di banche, di recente si è dovuto scusare per certe uscite omofobiche. Sarà confermato, molto probabilmente.

Brennan non avrà problemi, invece. Ai repubblicani va bene, il mondo liberal non insorgerà anche se è stato prima il chief of staff e poi il numero 2 della Cia che chiese a George W. Bush di adottare le tecniche avanzate di interrogatorio (waterboarding compreso) contro i detenuti di Al Qaeda.

Ancora una volta, Obama fa una scelta in un senso e una in un altro. Classico Obama, insomma, un presidente poco ideologico e molto di “destra” sulle questioni di sicurezza nazionale.

ricerca

archivi

testata
periodo
feed rss
 

Christian Rocca – © 2002-2011

Credits: Graphic Design & Web Development to Area Web