Camillo - Il blog di Christian Rocca

Cose che non resteranno

Contro l’avanscenismo politico

Sono molto d’accordo, e da anni, con Enrico Letta e Matteo Renzi sulla degenerazione giornalistica del retroscena politico. E ricordo che era antiretroscenista già l’allora premier Giuliano Amato quando per spiegare una sua frase di qualche giorno prima, male interpretata dai giornalisti, disse addirittura Parlamento che quella frase era da intendere nel senso di Habermas e non di Verderami. Detto questo credo sia altrettanto deleterio l’avanscenismo politico di cui si è visto un esempio oggi all’Assemblea del PD. Non parlo degli scoop dei giornali, ma delle soffiate ai giornali. Oggi Matteo Renzi ha fatto la “sorpresina”, che aveva annunciato da qualche giorno. Giusto creare l’attesa e preannunciare la sorpresa. Meno giustificabile, da parte dei renziani (non dei giornalisti), rovinare la sorpresa e anticipare tutto ai quotidiani di oggi (e in parte di ieri). Oggi la proposta a Grillo è arrivata stanca, la conoscevamo già. Avrebbe avuto un effetto molto più dirompente se l’avessimo appresa sul momento, dalle parole live di Renzi. Peccato.

ricerca

archivi

testata
periodo
feed rss
 

Christian Rocca – © 2002-2011

Credits: Graphic Design & Web Development to Area Web