Camillo - Il blog di Christian Rocca

Cose che non resteranno

Pillole di Gommalacca/Bruce Springsteen

Non riesco a smettere di ascoltare a volume alto, altissimo, la nuova versione rock di the Ghost of Tom Joad di Bruce Springsteeen accompagnato da Tom Morello. Quello che sono riusciti a fare di una già strepitosa canzone ha dell’incredibile. Schitarrate violente ee energiche e due assolo, uno tradizionale e uno alla Rage Against the Machine, da urlo. E se vedete uno agitarsi e roteare le braccia per le strade di Milano sono io. Io che comunque non sopporto Tom Morello, una specie di Gianni Vattimo del rock americano. Epperò. Solo questo pezzo vale il nuovo disco del boss. Bella anche la versione di American skin, provate a sostituire le parole forty-one shots con hundred shots e invece che una canzone su Diallo diventa un pezzo su Prodi.

Buone anche la title track High Hopes e Dream Baby Dream e qualcosa qua e là per il miglior album di Springsteen da tempo.

Qui una mia vecchia copertina della Domenica del Sole 24 Ore sul mito americano del Boss.

ricerca

archivi

testata
periodo
feed rss
 

Christian Rocca – © 2002-2011

Credits: Graphic Design & Web Development to Area Web