Camillo - Il blog di Christian Rocca

archivio / Il Sole 24 Ore

Guerra, che guerra?

Nessuno, figuriamoci io, sa come affrontare il nuovo mondo uscito dall’ennesima strage islamista di Parigi. Non so se avete notato come le risposte di politici, intellettuali ed editorialisti siano unanimi nel condannare l’ideologia di morte dei terroristi islamici, nel sottolineare l’attacco alle libertà e alla tolleranza occidentale di cui Parigi [...] Continua...

Perché Rohani non ha riconosciuto l’Olocausto

Chi nega l’Olocausto non nega che i nazisti uccisero gli ebrei. Nega le dimensioni dello Sterminio, la sistematicità della Soluzione finale, l’unicità della Shoah. Quindi, piano con gli entusiasmi: il neopresidente iraniano Rohani è un negazionista come il predecessore. Un negazionista dal volto umano, certo. Capace di ammaliare chi insegue una trattativa purché sia (Rohani, [...] Continua...

Prima di fare il Nobel per la pace a Putin

La grottesca lettera di Vladimir Putin al NewYork Times, con annessa lezioncina di democrazia agli americani, non è soltanto una debacle di immagine per Barack Obama, ma è anche il punto più basso toccato dalla leadership Usa negli ultimi 30 anni. L’international editor dell’Economist, Edward Lucas, ha detto che Obama è il peggior presidente degli [...] Continua...

Gommalacca/125

Altro che liste elettorali, il listone del best of 2012 Continua...

Gommalacca/124

Un paio di settimane fa è uscito il nuovo disco di Francesco De Gregori, Sulla strada, anticipato dal brano omonimo, molto bello e quasi un classico della più recente fase musicale degregoriana. Qualche giorno fa è uscito in dvd un film documentario su e con De Gregori diretto da Stefano Pistolini dal titolo Finestre Rotte, [...] Continua...

Gommalacca/123

Duncan Sheik è mio coetaneo. Nei tanto deprecati anni Ottanta è diventato maggiorenne, ventenne, adulto. Cantautore di culto nato nel New Jersey, più di dieci anni fa ha registrato un paio di dischi formidabili, anche se per pochi intimi, e poi si è dedicato con grande successo a scrivere musical per Broadway e colonne sonore [...] Continua...

Gommalacca/122

Quando è uscito, a inizio maggio, il disco non è stato recensito da nessun grande quotidiano inglese, nonostante lì le segnalazioni musicali siano le più formidabili del globo. Loro sono gli Alt-J, un gruppo nato nel 2007 nel campus dell’Università di Leeds e col tempo trasferitosi a Cambridge, sempre in Inghilterra. Eppure qualche giorno fa [...] Continua...

Gommalacca/121

Le schitarrate psichedeliche di Driftin’ back. L’epica semplicità del verso «and every mornin’ comes the sun» di Ramada Inn. Il falsetto con cui pronuncia «Ontario» in Born in Ontario. Il coro con cui inizia She’s always dancing. Le diverse tonalità usate per ripetere «she has the fire». Ciascuno di questi momenti provoca gioia immensa e [...] Continua...

Gommalacca/120

Il mondo è un posto migliore. Martedì prossimo escono cinquantotto (58) nuove canzoni di Sufjan Stevens raccolte in un cofanetto di 5 cd intitolato Silver & Gold. Sono canzoni di Natale scritte da Stevens per amici e familiari, assieme a canti tradizionali travolti dal frullatore di suoni di uno dei più formidabili geni musicali degli [...] Continua...

Un buon presidente

Non è più il presidente del cambiamento, Barack Obama. Nessuno si aspetta dal suo secondo mandato che possa governare con un risolutivo tocco di bacchetta magica, come illusoriamente il mondo aveva sperato quattro anni fa. La bacchetta magica non esiste. Non è mai esistita. Tantomeno adesso che il presidente ha vinto le elezioni conducendo una [...] Continua...

E ora dodici milioni di posti di lavoro (più o meno)

NEW YORK. Dal nostro inviato. Sono stati i posti di lavoro, quelli che mancano e quelli che si spera prima o poi arriveranno, a decidere in un modo o nell’altro le elezioni presidenziali di ieri. Obama può vantare un’economia che oggi impiega in termini assoluti più persone rispetto a quella che ha trovato quando è [...] Continua...

Obama e il super bilancio del Pentagono

NEW YORK. Dal nostro inviato. Un sottomarino nucleare costa due miliardi di dollari. Barack Obama ne vuole costruire due l’anno. Mitt Romney uno in più rispetto al presidente. A Groton, in Connecticut, i 20 mila dipendenti di quella che il New York Times ha definito la «Capitale mondiale dei sottomarini» hanno seguito con particolare attenzione [...] Continua...

La Casa Bianca e molto altro

Senatori, deputati, governatori, sindaci, sceriffi, giudici, procuratori e poi referendum su referendum, propositivi e abrogativi. Oggi in America non si vota soltanto per confermare Barack Obama alla Casa Bianca o eleggere Mitt Romney. Presidenza a parte, la partita più importante dell’election day è quella del Congresso. In palio ci sono 435 seggi da deputato (l’intera Camera) [...] Continua...

Gommalacca/119

Nashville, la città della musica country. Nashville, il capolavoro di Robert Altman del 1975, con premio Oscar a Keith Corradine per la migliore canzone originale: I’m easy. Ora c’è un’altra Nashville. Una serie televisiva, tra le migliori di quest’anno, costruita intorno alla musica. In onda su Abc, e non ancora in Italia, Nashville è giunta [...] Continua...

Gommalacca/118

C’è qualcosa di speciale in Donald Fagen. Già leader degli Steely Dan, il gruppo che negli anni Settanta ha coniugato il groove dei Sessanta con la modernità degli Ottanta, e per questo amatissimi dalla critica, Fagen è uno di quei musicisti che scrive canzoni riconoscibili alla prima nota. Non puoi sbagliare. L’atmosfera rarefatta, la voce [...] Continua...

ricerca

archivi

testata
periodo
feed rss
 

Christian Rocca – © 2002-2011

Credits: Graphic Design & Web Development to Area Web